• Il Mio Salotto

Frida Castelli: l'intervista

Aggiornamento: 2 mag

Quando le tue opere nascono dal desiderio di comunicare il tuo amore alla persona che ami, anche le risposte ad una semplice intervista parlano col cuore.


Immagine dell'account Instagram di Frida Castelli

A dicembre, ho scritto di una delle artiste e illustratrici che preferisco, Frida Castelli. Vi ho mostrato con i miei occhi e le mie parole, i sentimenti e l'eros raccontati con le sue delicate e sensuali illustrazioni. Potete leggere l'articolo "Frida Castelli: sentimenti ed eros raccontati con delicate e sensuali illustrazioni" cliccando QUI. Ho avuto l'onore di poterle fare delle domande ed ho il piacere di poter condividere con voi le sue risposte:


Ha una formazione artistica o ha iniziato così per diletto e quindi da autodidatta?

Ho una formazione artistica che mi ha dato le basi per approfondire gli aspetti tecnici che nel mio lavoro sono indispensabili. Lo studio e la formazione sono costanti anche dopo il percorso scolastico.

Quando e perché ha deciso di condividere col mondo le sue illustrazioni? Le vendeva già prima della creazione del suo shop online?

Ho cominciato a condividere i miei disegni online perché era uno dei modi che utilizzavo per comunicare i miei sentimenti alla persona che amavo e che in quel momento era lontano da me. Lo shop è arrivato dopo. Con il passare del tempo i miei disegni, destinati ad una persona sola, per qualche motivo hanno destato l’interesse di molte altre persone che hanno fatto nascere l’esigenza di una condivisione più ampia e tangibile.


Le sue illustrazioni sono frutto della sua immaginazione o fanno riferimento a fatti realmente accaduti a lei in prima persona?

Ognuna delle mie illustrazioni descrive una situazione e un’emozione vissuta in prima persona.


Immagini dell'account Instagram di Frida Castelli @fridacastelli



Visto che gli artisti, così come tutti noi, hanno una componente egoica, Le sta mai stretto il fatto che non si sappia la sua identità?

Il fatto che si sappia poco di me è una scelta che ho dovuto fare per sentirmi libera di esprimermi al massimo. Ritengo che l’anonimato, soprattutto in un’epoca come questa, in cui tante persone sono alla ricerca della visibilità ad ogni costo, sia una grande virtù che io abbraccio, condivido e cerco di proteggere come posso.


Ha mai pensato di fare un’esposizione delle sue opere?

I miei lavori sono stati esposti a Londra, Parigi, New York, Malmo, Milano. Al momento non ho in programma nuove esposizioni.


Quali altri artisti contemporanei e non ammira?

Mi piacciono la poesia figurativa di Egon Schiele, la potenza dei dipinti di Roberto Ferri, la tensione emotiva di Edward Hopper.


Cos’è per lei il sesso e cos’è per lei l’amore?

il sesso è appagamento istantaneo, l’amore è un esercizio di felicità eterna. Entrambi, insieme, hanno una potenza esplosiva.


Immagini dell'account Instagram di Frida Castelli @fridacastelli



Le piacerebbe fare una collaborazione con un/un’altra/o artista ? se si con chi?

Per me lavorare ad una illustrazione è un atto molto intimo, un momento in cui ho bisogno di isolarmi, sentire, ed è un percorso che non sono in grado, al momento, di condividere con un’altra persona.


L’arte é sempre stata il suo lavoro, o ha svolto anche altri lavori nella sua vita?

Ho sempre lavorato in altri settori e continuo a diversificare le mie attività perché ho paura che basarmi solo sul profitto delle vendite possa togliere spontaneità ai miei disegni.


Immagini dell'account Instagram di Frida Castelli @fridacastelli


Le piacerebbe darci una sua opinione, sul nostro progetto www.ilmiosalotto.com ? Tutto il team è molto felice che Lei abbia accettato questa intervista!

Il progetto è davvero molto interessante e continuerò a seguirlo con entusiasmo.

A livello lavorativo qual è il suo più grande desiderio per il 2022?

Ho sempre avuto il desiderio di convertire il mio lavoro in qualcosa di utile per la comunità. Nel mio piccolo è quello che ho sempre fatto. Ho spesso messo a disposizione il mio lavoro per sostenere cause in cui credo. Ecco, poter avere un impatto maggiore per poter sensibilizzare il maggior numero di persone e in un modo più decisivo sarebbe un bel traguardo.


 

Sono davvero contenta di aver potuto intervistare Frida, la seguo da anni e adoro le sue illustrazioni. Noi de Il Mio Salotto, speriamo un giorno di poterla intervistare nuovamente, non di persona, altrimenti sveleremmo la sua identità, ma magari nel Metaverso...





184 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti